Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Il pellegrino 69enne di origini irlandesi aveva perso l’orientamento sulla Via Francigena tra Sermoneta e Sezze. Salvato dai soccorsi 


È di origine americana il pellegrino sessantanovenne che si era smarrito un paio di giorni fa è stato ritrovato nella zona di Suso, sotto Monte Trevi nel territorio di Sezze. È stato lo stesso pellegrino a dare l’allarme comunicando di essersi perso durante il cammino sulla Via Francigena e che aveva esaurito le scorte di cibo e di acqua oltre ad essere impossibilitato a proseguire perchè ha perso l’orientamento.

Inoltre, il segnale GPS non era chiaro e le indicazioni che è riuscito a fornire erano vaghe ed a complicare la situazione c’è stata la difficoltà nel comunicare con i soccorritori perché il pellegrino non parla italiano. L’ultima volta l’uomo era stato visto giovedì a Sezze dove aveva alloggiato in B&B poi nessuno lo ha più visto.  

Le ricerche del pellegrino erano iniziate ieri intorno a mezzogiorno con l’ausilio anche dei velivoli e dei droni andando avanti anche nella notte. Ci sono volute 24 ore di intenso lavoro con oltre 40 operatori, medici e unità cinofile, e grazie alla collaborazione con il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco, i Carabinieri, l’Aereonautica Militare, la Polizia Locale e la Protezione Civile di Sermoneta, per rintracciare e mettere in salvo il pellegrino. Poi il trasferimento in sicurezza a bordo dell’eliambulanza della Regione Lazio. Le sue condizioni di salute sono buone.  

Foto: Soccorso Alpino e Speleologico Lazio – CNSAS

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

20 − diciotto =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER