Cammino Raduno
Cammino Raduno

Escursione sulla vetta dei “giganti” dell’Appennino piacentino dove restano tracce di flora glaciale. Si ammirano le Alpi Apuane e le Alpi Marittime

Questa escursione, porta proprio sulla vetta dei “giganti” dell’Appennino piacentino, i monti Bue e Nero (1750 e 1780 metri), dalla cui cime possiamo se fortunati, ammirare le Alpi Apuane e quelle Marittime.

Peculiarità di questi rilievi è quella di ospitare una delle pochissime stazioni rimaste di flora glaciale; residuo e memoria di quello che avvenne in queste valli 10.000 anni fa all’epoca dell’ultima glaciazione.

Infatti il versante settentrionale del monte Nero è, con la Maiella, l’unica stazione appenninica in cui vegeta spontaneamente il pino mugo ed l’abete bianco.

Si parte dal passo dello Zovallo nel comune di Ferriere

L’escursione parte dal passo dello Zovallo, sul territorio comunale di Ferriere, posto a 1410 metri sul livello del mare e a 69 km circa da Piacenza.

L’itinerario ha uno sviluppo lineare di circa 9 km, tutti su sentieri segnati dal CAI (001, 003, 007 e 011); ha un dislivello complessivo di circa 550 metri, raggiungendo la quota massima sulla cima del monte Bue, a 1780 s.l.m; può essere percorso in circa 3 ore, al netto delle soste, e presenta alcuni tratti che richiedono attenzione ed un minimo di esperienza: in particolare, un brevissimo tratto dopo la vetta del monte Nero presenta una paretina rocciosa, ripida ma non verticale né esposta, in cui la discesa è agevolata da sporgenze e scanalature ma soprattutto da un cordino opportunamente fissato dal CAI, da utilizzare come corrimano.

Le considerevoli quote raggiunte sconsigliano l’escursione nel periodo invernale; si consideri, infatti, che l’ascesa al monte Bue viene effettuata risalendo una pista da sci, e che neve e ghiaccio possono rendere pericolosa la cresta sommitale del monte Nero.

Descrizione dell’itinerario

Dal passo ci si inoltra subito in un bosco di faggi, e pochi esemplari di pino mugo che poi con l’aumento della quota diventano predominanti e dominano il bosco.
Tra gli splendidi panorami che si scorgono in una bella giornata di sole o ventosa, si giunge in vetta al monte Nero che con la sua croce domina il paesaggio sottostante. Difficile non rimanere colpiti dallo splendido panorama che ci si apre, Groppo delle Ali, Ciapa Liscia, il Crociglia, il Carevolo, nonchè i piccoli e deliziosi borghi della valle ti invitano ad esclamare “ricorda figliolo tutto questo un giorno sarà tuo!”. Se da un lato abbiamo I panorami amici e ben conosciuti dai piacentini, sul versante opposto le Apuane ed il monte Penna, si uniscono a chiudere il giro d’orizzonte assieme ai monti Bue ed il Maggiorasca.

Dopo l’immancabile serie foto di rito; lasciamo la vetta e pochi passi dopo lo sguardo si apre in
direzione della conca glaciale che abbraccia l’incantevole lago Nero.

Superata la paretina di cui si è detto (quella esposta ma sicura), si scende alla sella della Costazza, ed un ulteriore breve sforzo consente di raggiungere la vetta del monte Bue, da cui il panorama si apre in direzione di Santo Stefano d’Aveto e Prato Cipolla.

Ancora in discesa fino a Fontana Gelata, poi si risale alla sponda del lago Nero, da cui si ammira l’intero versante settentrionale del monte Nero, punteggiato di abeti. A poca distanza si incontrano le Buche, due torbiere un tempo laghi glaciali, ora interrati; poi solo discesa nel bosco fino al passo e all’autovettura.

L’itinerario nei dettagli

Grado di difficoltàE con un passaggio EE
Descrizione delle difficoltàterreno misto (roccia e bosco), un tratto esposto ma percorribile in sicurezza
Durata e lunghezza4 1⁄2 h – 9 km
AcquaNo
SegnaleticaCAI 001 + 003 + 007+ 011
Dislivello in salitacirca 550 m
Dislivello in discesacirca 550 m
Accesso stradaleda Ferriere (Pc) direz. S.Stefano d’Aveto (Ge). Al posteggio in
corrispondenza del p.sso dello Zavallo si posteggia e si segue il
cartello Cai ben evidente al ns dx
Viaggio da Piacenza1.40 h
Coordinate partenza9,52087 – 44,57384
Download TracciaGPX
AutoreAndrea Cucuzza – Guida Aigae Er 366
Anno2020
Mipiace Travel adv

Scarica qui la traccia gpx dell’itinerario.

Attenzione: la traccia è stata creata nel 2020 e potrebbero esserci state variazioni sull’itinerario in questi due anni. Francigena News e Mi Piace Travel declinano ogni responsabilità in merito e per l’utilizzo improprio del materiale.

Tags:
Geologo, guida ambientale escursionistica e divulgatore scientifico, cura la sezione escursioni e attrezzature da trekking. E' titolare di un'agenzia di viaggi specializzata nel geoturismo, l'escursionismo e il turismo lento.

Related Article

No Related Article