Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Turismo, pubblicata l’infografica del MiTur. Cresce la Via Francigena e il Cammino Materano. Boom per il Cammino del Salento e d’Oropa


L’interesse per il turismo lento, e in particolare per i cammini, è in costante crescita – con la Via Francigena in testa tra i percorsi più gettonati su tutti i portali web. Infatti, le ricerche online sono oltre 60mila, in aumento del 22% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Notevole la crecista del Cammino del Salento con un + 89% e il Cammino d’Oropa che registra un eccellente + 83 % mentre cresce ancora registrando un + 22% anche il Cammino Materano. I dati sono riportati dall’’infografica “Come va il turismo in Italia” che ha l’obiettivo di descrivere, con una rappresentazione semplice e immediata, l’andamento del comparto turistico e il posizionamento dell’Italia rispetto ai principali competitor EU attraverso indicatori di monitoraggio della domanda e dell’offerta turistica basati su fonti tempestive con elevata frequenza di aggiornamento del dato. 

Questi risultati ci spingono a perseguire con rinnovata determinazione l’obiettivo di rendere questo splendido percorso famoso e attrattivo come il Cammino di Santiago. Non a caso il turismo lento trova ampio spazio nel nostro piano strategico cui diamo seguito anche con azioni concrete, come il contributo – attraverso il Funt- di oltre 1.800.000,00 alla Regione Campania per il rifacimento di un tratto della Francigena o oltre 1.500.000,00 alla Regione Puglia per interventi riguardanti i cammini. Si tratta, per di più, di un importante driver di sviluppo per la sostenibilità nel turismo; ed è un tema che il Governo tiene in alta considerazione, tanto da avergli dedicato al Ministero un apposito Fondo da 25 milioni di euro” Così commenta il Ministro Santanchè i dati rilevati dalla nuova infografica prodotta dal Mitur. 

Nella prima settimana di agosto risulta prenotato il 36%* delle strutture ricettive presenti sulle piattaforme online. L’Italia si conferma sul podio delle destinazioni turistiche più apprezzate, piazzandosi davanti a competitor diretti come Spagna (32%) e Francia (21%). 

Ciò che ci induce a un’attenta riflessione – prosegue il ministro – è, invece, il dato sulla presenza media che risulta in lieve flessione rispetto al luglio 2022. È un aspetto sul quale si può sicuramente lavorare, per esempio lavorando su strategie di destagionalizzazione affinché i cali di presenze non corrispondano a un contraccolpo economico del settore” 

Il Ministero si è già attivato in questa direzione grazie al piano industriale che sarà di supporto nel grande lavoro da portare avanti con le Regioni e con gli operatori del settore, che rappresentano l’anima di un’attività produttiva strategica per l’economia nazionale. 

Banner Content
Tags: , , , ,

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

cinque × tre =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER