Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Sono attesi 400 partecipanti al terzo Raduno nazionale di escursionismo adattato “A ruota libera” del CAI


La Spezia si appresta ad accogliere oltre 400 appassionati di montagna da tutta Italia, in occasione della terza edizione del Raduno nazionale di escursionismo adattato “A ruota libera” del Club alpino italiano, in programma sabato 9 e domenica 10 settembre. Saranno due giornate all’insegna della montagna inclusiva, con le quali il Cai intende evidenziare come la frequentazione dell’ambiente montano, con le sue potenzialità nel contribuire al benessere dei singoli individui, sia possibile anche per le persone con mobilità ridotta, grazie ad appositi ausili da fuoristrada e ad accompagnatori opportunamente formati.  


 

Tra i partecipanti saranno oltre 50 le persone con disabilità, alle quali si aggiungono gli accompagnatori e gli interessati al tema dell’accessibilità nell’ambiente montano, appartenenti a Sezioni Cai di diverse regioni italiane e ad altre associazioni. 

 
«Anche quest’anno sosteniamo i nostri volontari che con impegno e dedizione portano avanti i molti progetti di Montagnaterapia e di escursionismo con ausili da fuoristrada nelle nostre Sezioni. Permettere anche ha chi ha difficoltà di poter frequentare la montagna è infatti una delle priorità del Club alpino italiano», afferma il Presidente generale del Cai Antonio Montani. «Il raduno “A ruota libera” intende rappresentare anche quest’anno un momento di incontro, di scambio di buone pratiche e di festa tra le tante realtà, interne ed esterne al Cai, impegnate da anni per rendere la montagna sempre più inclusiva».

Il programma di “A ruota libera” 2023

Sabato 9 settembre, presso il Cruise Terminal in Largo Fiorillo, ci sarà l’accoglienza dei partecipanti, che nel pomeriggio visiteranno la città oppure parteciperanno alla navigazione in battello nel Golfo de La Spezia. La sera è in programma l’apericena e lo spettacolo teatrale “(S)legati” di Jacopo Bicocchi e Mattia Fabris. In Piazza Europa, inoltre, sarà allestito il Villaggio degli sponsor con la presenza di aziende e associazioni. 

Domenica 10 settembre si terrà il Raduno vero e proprio al Colle del Telegrafo, che prevede due escursioni. Le 30 persone con mobilità ridotta trasportate sulle Joëlette (carrozzine monoruota pensate per persone con disabilità motoria, in grado di percorrere i sentieri grazie all’aiuto di almeno due accompagnatori) saranno impegnate, con i relativi equipaggi, in un’escursione lungo l’Alta Via delle Cinque Terre, sullo spartiacque che segna la divisione tra il territorio del Comune de La Spezia e il Comune di Riomaggiore, nel Parco Nazionale delle Cinque Terre. Oltre alle persone accompagnate con le Joëlette, parteciperanno anche non vedenti, ipovedenti e persone con altre tipologie di disabilità che non necessitano di un ausilio fuoristrada. 

Lo sviluppo complessivo del percorso è di 5,1 km, con 195 metri di dislivello positivo e un tempo di percorrenza stimato in circa due ore e mezza. Percorso simile, ma più lungo (8,1 km) per chi parteciperà all’escursione con le handbike e i tandem Mtb. Alla fine delle escursioni è in programma l’inaugurazione del Punto di accesso al Parco delle Cinque Terre per le persone con disabilità, ipovedenti e non vedenti, a cui seguirà il pranzo sociale al Cruise Terminal.

«L’escursionismo adattato rappresenta una sfida verso l’innovazione, nella mappa dei valori e nei comportamenti», afferma il presidente del Cai La Spezia Alessandro Bacchioni. «Insieme al Comune e al Parco Nazionale delle Cinque Terre, abbiamo predisposto cinque sentieri, che partono tutti dal Colle del Telegrafo, pensati per essere percorsi dalle persone con mobilità ridotta utilizzando ausili fuoristrada. Domenica percorreremo uno di questi “Sentieri per Tutti”, in una giornata durante la quale i tanti amici e colleghi che ci verranno a trovare a La Spezia potranno scambiare esperienze e conoscenze, con la consapevolezza che il Club alpino italiano rappresenta un player fondamentale per una montagna sempre più inclusiva».  
 

 La referente per la Montagnaterapia della Commissione centrale escursionismo del Cai Ornella Giordana ricorda che

«”A ruota libera” è stato pensato per essere un evento itinerante, in modo da valorizzare e dare visibilità a tutte le realtà del Club alpino italiano che si occupano di accompagnare sui sentieri le persone con disabilità grazie a specifici ausili. Dopo la Val Parma nel 2021 e Domodossola lo scorso anno, ora tocca a La Spezia, mentre, nel 2024, il raduno si terrà in Veneto».

 
La terza edizione di “A ruota libera” è organizzata dal Cai La Spezia, insieme alla Commissione centrale escursionismo e al Gruppo regionale Liguria del Club alpino italiano.  

Per maggiori informazioni: www.cailaspezia.it


Banner Content
Tags: ,
Direttore responsabile

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

4 + 8 =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER