Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Foietta: “Siamo soddisfatti per questo ulteriore riconoscimento dopo l’inserimento tra le rotte culturali da parte del Consiglio d’Europa”


È arrivata la comunicazione ufficiale dal Ministero del Turismo, con grande soddisfazione del presidente Flavio Foietta e dell’intero Direttivo dell’Associazione italiana Via Romea Germanica. 

Sì, siamo veramente soddisfatti per questo ulteriore riconoscimento – commenta Foietta – dopo l’inserimento tra le rotte culturali di interesse europeo da parte del Consiglio d’Europa“.

Il cammino religioso denominato Via Romea Germanica, si legge nella nota ministeriale – sarà incluso nel catalogo dei cammini religiosi italiani.

Non era una cosa facile né scontata, perché il Ministero richiede tutta una serie di requisiti anche organizzativi, ed ora siamo impegnati con questo riconoscimento che per noi costituisce anche una ulteriore responsabilità a migliorare ancora organizzazione, promozione ed accoglienza. In fondo – conclude Foietta – il nostro impegno è per la promozione e la valorizzazione dei territori attraversati dallo storico itinerario descritto a metà del ‘200 dall’abate Alberto di Stade”. 

Con l’inserimento nel Catalogo dei cammini religiosi italiani, la Via Romea Germanica collaborerà col Ministero per sviluppare azioni di promozione turistica, migliorare organizzazione e servizi al turista – pellegrino, utilizzare specifico logo che caratterizzerà i cammini interessati dalle azioni di promozione del Ministero del Turismo, essere presente con proprie informazioni sul portale turistico Italia.it. 

Inoltre, mediante avviso pubblico, è prevista la selezione pubblica di progetti per il recupero e la valorizzazione di immobili pubblici lungo l’itinerario da destinare all’offerta turistica dei Cammini religiosi attraverso servizi per la sosta e il soggiorno dei visitatori/pellegrini. 

I requisiti per l’inserimento nel Catalogo dei cammini religiosi

Tra i requisiti richiesti dal Ministero per l’inserimento nel catalogo la presenza di un traccia-to pedonale pienamente percorribile che privilegi strade senza traffico od a basso traffico, la georeferenziazione del percorso, la presenza di un logo del cammino, la presenza di segnaletica direzionale e informativa, la disponibilità di un sito internet, la presenza di servizi di ristoro e di alloggio, la possibilità per il pellegrino di acquisire una credenziale che certifichi l’avvenuto pellegrinaggio, la presenza di servizi di promozione e di manutenzione del percorso. 

Il logo della Via Romea Germanica

Il logo della Via Romea Germanica raffigura il bastone dall’Abate, in riferimento al monaco Alberto di Stade. Chiamato anche bastone pastorale, è un simbolo del potere ecclesiastico, ma originariamente era utilizzato dai pastori per afferrare gli animali senza ferirli.

Foto di Via Romea Germanica
Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

uno × cinque =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER