Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Cammino di Oropa più 48 % di presenze, la maggioranza sono donne. Confermato il sondaggio della community Ragazze in Gamba


Cammino di Oropa – un 2022 da record

Il Cammino di Oropa è un esempio di quei tanto proclamati dai nostri cari amministratori locali, benefici che il turismo lento può portare alle aree interne del nostro Paese. Promosso in modo strutturale ed organizzato con metodo, nel breve periodo di anni 4 il Cammino di Oropa è diventato uno dei cammini più popolari e frequentati in Italia.

Caamino di Oropoa @Ilaria Garzonio gruppo Ragazze in Gamba

Le statistiche come sempre non mentono e dicono che questo 2022 ha rappresentato un anno record per questo cammino breve ma affascinante. I dati confermano la crescita del Cammino di Oropa: 3261 viaggiatori, provenienti soprattutto da Lombardia e Piemonte, che hanno generato una spesa sul territorio di 718.000 € in un anno, che hanno portato la spesa dal 2019 a oggi a 1,4 ML di euro. Un dato impressionante, soprattutto se paragonato agli investimenti iniziali che sono serviti per lanciare il cammino: 3000 euro, donati nel 2018 dall’Associazione degli Amici della Via Francigena di Santhià e spesi per acquistare la segnaletica leggera che è stata posata sul percorso.

Il Cammino d’Oropa è uno dei cammini più amati dalle donne

Il Cammino d’Oropa è risultato terzo fra i cammini più votati dall’influente e folta community delle Ragazze in Gamba.

“Il Cammino di Oropa è consigliatissimo nella community “Ragazze in Gamba” – come spiega Ilaria Canali founder della stessa community e della Rete Nazionale Donne in Cammino. La community Ragazze in Gamba raccoglie moltissimi racconti di donne che lo hanno percorso fra cui anche Valentina Lo Surdo – conclude Canali – una delle “Report in Gamba” più attive.”

Grazie al contributo dello storytelling che si realizza in questa numerosissima quanto unica community il gruppo offre un aiuto indiretto allo sviluppo dei cammini, non solo in rosa. Infatti, il Cammino di Oropa, si è classificato in terza posizione come i cammini più amati dalle donne. Un dato confermato dagli organizzatori del cammino che hanno stilato il report annuale che piazza le “ragazze in gamba” ad un 61% di presenze rispetto ad un 39% di camminatori di sesso maschile.

Post pandemia, cresce il desiderio di camminare

Questo boom dovuto a vari fattori primo sicuramente la voglia di viaggiare post pandemia, secondo la facilità di accesso ed uscita nelle, giornate di cammino (siamo in una zona antropizzata, non tra deserti e montagne inaccessibili), ed infine la durata lo rendono un cammino adatto a molti, facilmente percorribile, ideale per chi vuole cominciare un cammino a tappe.

Statistiche e benefici sui territori

Vediamo ora i dati del 2022 e quanto questo – potremmo dire non più nuovissimo modo di viaggiare ha generato come ricaduta sul territorio.

Cammino di Oropa – territori attraversati

I circa 3260 viaggiatori, provenienti soprattutto dalle zone circostanti del nord Italia, hanno generato una ricaduta economica sul territorio di 700.000 € in un anno, con il totale da “inizio cammino”- cioè quattro anni or sono – di 1,4 ML di euro. Un dato importante se consideriamo gli investimenti iniziali che sono serviti per lanciare il cammino: 3000 euro, donati nel 2018 dall’Associazione degli Amici della Via Francigena di Santhià ed una buona dose di incontri, accordi con varie realtà locali cioè costo zero. Si conferma la tendenza del turismo slow a destagionalizzare i flussi turistici, a dilatare il periodo di lavoro per i gestori di alberghi b&b e le varie strutture ricettive turistiche e a donativo. Quest’anno il passaggio dei viaggiatori è stato abbastanza costante da Pasqua al ponte di Ognissanti, le presenze si sono concentrate tra Aprile e Ottobre, ma anche nei mesi più freddi molti viandanti si sono messi in viaggio.

Identikit del camminatore medio

Il Cammino di Oropa si è confermato una proposta ideale per le persone meno esperte: il 46% dei viandanti erano alla loro prima esperienza, a riprova che facilità di percorso aiutano nella scelta. L’età media dei viaggiatori è in crescita rispetto al biennio precedente (49 anni), purtroppo gli under 30 sono stati in calo rispetto agli anni precedenti.

Cammino d’Oropa @Il Mondo che si – Ragazze in Gamba

Cresce, come si nota da diversi anni nel settore, la componente femminile, che è oramai decisamente predominante (oltre il 55%) rispetto ai camminatori maschi. Perciò che riguarda l’eta media circa il 70 % è compreso tra 45/65 anni, ed il 15% 31/40 anni in crescita rispetto lo scorso anno a dimostrazione che I “millenians” si stanno avvicinando al mondo del cammino anche per disintossicarsi dalla troppa connettività in cui viviamo.

Il turismo lento che fà correre il territorio

Il 2022 è stato l’anno in cui il territorio biellese e canavesano, attraversati dal cammino di oropa, hanno preso coscienza dell’importanza dei benefici che il turismo lento può portare ad un territorio. L’amministrazione del Santuario di Oropa ha incominciato ad ampliare la propria rete di collaboratori/ collaborazioni “local” al fine di ampliare il percorso aggiungendo una variante, ed in questo 2023 potrebbe esserci una ulteriore aggiunta verso est.

Banner Content
Tags:
Geologo, guida ambientale escursionistica Aigae (Er 366) e divulgatore scientifico.

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

tre × uno =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER