Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

È stato approvato dalla 7ª Commissione del Senato il testo della legge sui cammini che ora sarà discusso alla Camera


Dopo due anni di lavoro a cui hanno partecipato associazioni ed esperti del settore, il testo del disegno di legge per la promozione e la valorizzazione dei cammini d’Italia è stato approvato nei giorni scorsi dalla 7ª Commissione del Senato. Il Ddl ora sarà discusso alla Camera e, in caso di approvazione e senza nessuna modifiche diventerà legge. Si tratta di un atto che segna un momento epocale nella storia del neonato comparto del «turismo dei cammini» a cui viene attribuito, come conseguenza, un ruolo di primaria importanza. Ecco il contenuto in sintesi del disegno di legge per promozione e la valorizzazione dei cammini d’Italia

La definizione di «cammini»  

Il testo del disegno di legge definisce i cammini come «itinerari percorribili a piedi o con altre forme di mobilità dolce sostenibile, senza l’ausilio di mezzi a motore» mettendoli in connessione con gli elementi culturali, storici, religiosi e naturalistici. Un concetto che stabilisce la differenza tra i cammini che incarnano lo spirito del turismo lento e che sono legati indissolubilmente agli aspetti legati al patrimonio culturale a tutto tondo, e gli itinerari più vocati ad un’attività sportiva e naturalistica.

La Mappa dei cammini e la qualifica «Cammino d’Italia»

Il disegno di legge prevede la realizzazione della Mappa dei cammini che costituisce l’ossatura per la costituzione di una banca dati unica nazionale in cui, entrano di diritto, i cammini riconosciuti quali itinerari culturali europei dal Consiglio d’Europa. Gli altri cammini con i requisiti sono inseriti dopo richiesta e tutti i cammini presenti nella Mappa hanno la qualifica di «Cammino d’Italia».

Cabina di regia e tavolo permanente»

È prevista l’istituzione di una cabina di regia nazionale per i cammini che ha poteri di indirizzo, impulso e coordinamento generale sull’attuazione degli interventi concernenti i cammini e la costituzione di un tavolo permanente, entrambi presieduti dal Ministero della turismo e composto anche dagli operatori del settore, per un approccio comune e integrato in materia di cammini. Previsto un comparto per la realizzazione di studi, approfondimenti, ricerche e iniziative scientifiche finalizzate alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale associato ai cammini.

Arte sui cammini e campagne promozionali

Spazio anche alla promozione di opere d’arte di giovani artisti nei cammini e visibilità con campagne di promozione dei cammini a livello nazionale e internazionale; poi le agevolazioni fiscali alle imprese e agli enti del Terzo settore e la decontribuzione per i datori di lavoro.  

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

No Related Article

0 Comments

Leave a Comment

uno × due =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER