Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

La Federazione delle Vie, Itinerari e Cammini racconta un anno di attività e i progetti futuri per la promozione dei cammini italiani


E’ stato un anno intenso e ricco di attività quello vissuto da Feder Cammini, la Federazione delle Vie, Itinerari e Cammini fondata nel 2019 in cui sono confluite diverse realtà con finalità similari, unite dalla volontà di creare una rete unitaria di associazioni operanti sui cammini italiani. La Federazione agisce grazie al sostegno di partner importanti e competenti che vede collaborare insieme cittadini, associazioni, enti e istituzioni, con i quali sviluppa progetti legati alla promozione dei Cammini, Itinerari e Vie di pellegrinaggio.

Si tratta di un sodalizio che si pone l’ambizioso obiettivo di tirare le file in un mondo sempre più articolato e variegato, dove nascono in continuazione nuovi cammini e di conseguenza crescono le associazioni e gli attori coinvolti, aumentano le strutture ricettive e l’indotto economico. Un settore che si sta affermando sempre più come prodotto turistico e che, proprio in questa fase, richiede una voce autorevole e competente, ovviamente tra le altre presenti, che contribuisca alla promozione dei cammini ed alla crescita dei propri associati.

“Fare rete, condividere progettualità e confrontarsi è il motivo ci ha portati a formare la Federazione delle Vie, Itinerari e Cammini – dice il presidente Andrea Lombardi – un percorso che necessita impegno e partecipazione. Per questo invitiamo a iscriversi alla Federazione e proporre iniziative e progettualità per il prossimo anno 2024”.

Tra le azioni di rilievo del 2023 c’è stata l’audizione presso la 7° Commissione del Senato dove si è discusso il disegno di legge per la promozione dei cammini come itinerari culturali.

“In quell’occasione – commenta Lombardi – sono state date informazioni per la scrittura della Legge e l’invito ai Senatori a venire a camminare con noi ad approfondire e vivere personalmente l’esperienza del cammino”.

Una pratica già sperimentata con successo quella di invitare gli esponenti politici a mettere piedi e cuore sui cammini italiani.

Intatti, il ministro del turismo Daniela Santanchè ha accettato l’invito che Feder.Cammini le ha rivolto durante la fiera Fà la cosa Giusta, trasformandosi per due giorni in pellegrina sulla Via Francigena dove ha condiviso il cammino e le idee con lo stesso Lombardi, prima di incontrare altri importanti esponenti del mondo dei cammini.


In fiera – dice Lombardi – le ho suggerito di provare l’esperienza del cammino e lei l’ha fatto. La sua presenza qui dimostra coerenza e concretezza nelle proprie azioni. Ci auguriamo di trovarci presto insieme a Roma ad approfondire il variegato mondo dei cammini”.

Tra le attività di Feder Cammini nel corso del 2023, c’è stata la partecipazione e il patrocinio a Koinè, la fiera del turismo religioso che si è tenuta a Vicenza dal 13 al 15 Febbraio e al convegno i Cammini e il Giubileo 2025.

Poi la consueta partecipazione e il patrocinio a Fà la cosa Giusta! la fiera del consumo critico e sostenibile e del consumo critico e sostenibile che si è svolta a marzo a Milano.

Da segnalare anche la partecipazione e il patrocinio a L’arte del Pellegrino, un evento che si è svolto a Lucca dal 22 al 25 Aprile dove la Federazione è stata presente con uno stand informativo sui Cammini.

Infine l’importante Festival del Cammino Itinerante Ultreya! organizzato da Federcammini dal 1 al 16 luglio sul Cammino di San Jacopo insieme alla Confraternita di San Jacopo di Compostela e alla Comunità Toscana il Pellegrino.

Tra le azioni future continua il parternariato con Francigena News mentre c’è la volontà di mettere in campo un azione concreta che guarda al mondo dell’ospitalità con la realizzazione di un portale dedicato.

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

No Related Article

0 Comments

Leave a Comment

3 − 1 =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER