Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Netto no di nove associazioni ambientaliste all’Eurotrial 4×4 che si svolgerà a Villalago, il borgo montano abitato dagli orsi  


La gara di fuoristrada Eurotrial 4×4 in programma a Villalago (Aq) il 28 – 29 – 30 luglio ha mobilitato nove associazioni ambientaliste che dicono no alla località scelta per l’evento del campionato europeo specialità off road, che si disputa ogni anno, a rotazione in una diversa nazione europea. Precedentemente nel 2013 l’Eurotrial in Italia si era svolto a Villagrande di Montecopiolo (PU).

Il motivo della mobilitazione degli ambientalisti è la scelta del territorio che quest’anno è caduta su un’area del comune di Villalago, uno splendido e suggestivo borgo fortificato situato nell’Alta Valle del Sagittario, sulla sommità del Monte Argoneta, tappa del Cammino d’Abruzzo, dove l’ormai famosa orsa Amarena e i suoi cuccioli oltre ad altri orsi hanno da tempo trovato un habitat ideale.

L’Eurotrial si svolgerà su un campo gara di circa 20 mila metri quadri situata a 170 metri dal bordo del sito Natura2000 ZSC Codice IT 7110205 “Parco nazionale d’Abruzzo”. Una location inaccettabile per le associazioni Salviamo l’Orso, LIPU – del. Abruzzo, Gruppo di Intervento Giuridico, Altura (Associazione per la Tutela degli Uccelli Rapaci e dei loro Ambienti), Stazione Ornitologica Abruzzese, LNDC Animal Protection, Comitati Cittadini per l’Ambiente di Sulmona, Forum Ambientalista, Mountain Wilderness gruppo regionale Abruzzo che hanno redatto un documento con oggetto la tutela dell’orso marsicano e altre specie protette. Nella lettera si legge:

” Se, giustamente, ci si preoccupa per la presenza di alcune decine di curiosi, all’interno di un ambito urbano, non vediamo come non possa essere definito del tutto inaccettabile e contraddittorio rispetto agli sforzi sopra richiamati, l’organizzazione con il patrocinio delle autorità di un simile evento che comporta sia effetti diretti (rumore; aumento del traffico, presenza di centinaia di persone) che indiretti (aumento della pressione antropica nel paese).  Se si prende l’area destinata al concentramento dei visitatori, ampia circa 7.000 mq, la distanza dal sito Natura2000 si riduce a soli 80 metri. Si consideri che la recente ordinanza del Comune di Villalago che vieta l’avvicinamento all’orso prende una distanza minima per evitare il disturbo di 300 metri; pertanto, appare chiaro che una distanza da un sito Natura2000 di 80 metri possa per gli stessi enti pubblici essere considerata potenziale fonte di disturbo per gli animali presenti nella ZSC.”

Il sindaco Fernando Gatta difende l’evento spiegando le sue ragioni pubblicate da alcuni gonali locali:

In questo momento non c’è nulla di cui preoccuparsi, i tecnici stanno valutando tutta la fattibilità della gara che, comunque, si terrà in un’area circoscritta, forse poco più di 2000 metri quadrati, e non usciranno da lì. È un’ex discarica. Le auto andranno a 50 km orari”.  

Intanto sul web si sono mobilitati associazioni, importanti community, influencer e centinaia di utenti che hanno condiviso la lettera delle associazioni ambientaliste per lo stop della gara dei fuoristrada a tutela degli orsi.

Foto di Massimiliano de Persiis

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

No Related Article

0 Comments

Leave a Comment

due + dodici =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER