Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

L’appello del direttivo: “accoglienza romagnola per gli angeli del fango e guide esperte per i pellegrini”  


È con un accorato post che i gestori del Cammino di San Vicinio, un suggestivo percorso ad anello (il primo nel suo genere in Italia con questa peculiarità) che parte ed arriva a Sarsina (FC) e si sviluppa per circa i due terzi in Romagna, chiamano gli angeli del fango in cambio di ospitalità romagnola e gratitudine. In questo momento alcune tappe sono interessate da deviazione e interruzioni e anche la ciclovia ha alcune strade interdette alla circolazione per agevolare le operazioni di ripristino da frane e smottamenti. Nonostante la drammatica situazione, la voglia e la volontà di ripartire è tanta come spiega la presidente Cristina Santucci:

“Ci preme ringraziare i numerosi pellegrini e cicloturisti che hanno percorso il cammino e la ciclovia e che in queste settimane hanno chiesto di noi, delle nostre condizioni e di quelle di questo pezzo di Appennino che loro hanno conosciuto. È stato per noi un caloroso gesto di vicinanza che ci incoraggia a ripartire da subito”.

Attualmente il Cammino di San Vicinio non è interamente percorribile nella sua traccia originaria ma con delle varianti già individuate ma non ancora segnalate sarà possibile percorrerlo, almeno in parte.

“Non ci perdiamo d’animo- continua la presidente – e appena ci sarà la possibilità di circolare liberamente, apporremo la segnaletica delle varianti. Lo faremo con il nostro logo modificato con il cuore per rendere i tracciati percorribili. E questo in attesa di ritornare, quando tutto sarà risolto, sul tracciato originale”.

Infatti, il logo del Cammino è stato integrato con un cuore giallo rosso, i colori della bandiera della Romagna, per testimoniare l’orgoglio e la volontà di ripartire subito, nonostante il momento difficile, con il territorio ferito da eventi atmosferici eccezionali.

 

Proprio per questo i gestori del Cammino lanciano la proposta di mettere a disposizione guide GAE organizzando due escursioni da tre giorni ciascuno in date ancora da comunicare.   

L’ospitalità romagnola per gli angeli del fango

“A loro – conclude la Santucci – offriremo una vacanza attiva. Lo faremo appena riusciremo a individuare tratti di percorso dove poter intervenire direttamente. In questo modo vorremmo ringraziarli pe l’impegno profuso nel ripulire le nostre città. Vorremmo anche chiedere loro il medesimo supporto per la collina. Li inviteremo nei territori attraversati dal Cammino. In cambio offriamo la nostra ospitalità romagnola”. 

 

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

No Related Article

0 Comments

Leave a Comment

due × 4 =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER