Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Il Ministero del Turismo ha selezionato 35 itinerari a tema religioso e spirituale che entrano nel Catalogo dei Cammini Religiosi


Con una rete complessiva di oltre 13.000 km, che tocca ogni singola regione d’Italia con percorsi che si sviluppano prevalentemente su strade inibite al traffico delle automobili, sono già 35 i cammini religiosi selezionati dal Ministero del Turismo, in collaborazione con Invitalia, che entrano a far parte del nuovo Catalogo voluto dal Ministero per riunire sotto un unico “marchio-ombrello” tutti i cammini religiosi, gli itinerari escursionistici a tema religioso o spirituale, percorribili a piedi o con altre forme di turismo lento e sostenibile presenti in Italia. 

Si tratta di un’azione propedeutica all’attivazione delle misure previste dal Fondo per i cammini religiosi di competenza del MITUR e che prevede uno stanziamento di circa 4,5 milioni di euro per iniziative di promozione e valorizzazione dei cammini religiosi in vista del Giubileo 2025. 

I cammini sono stati individuati attraverso un avviso senza scadenza lanciato a novembre 2022. I soggetti che svolgono funzioni di promozione, organizzazione, manutenzione dei cammini religiosi, includendo tra questi i soggetti privati, enti pubblici, enti religiosi civilmente riconosciuti ed enti del terzo settore, possono inviare in qualsiasi momento la loro candidatura che verrà esaminata per arricchire ulteriormente questo importante veicolo di promozione. 

Il Catalogo sarà presto integrato nel portale Italia.it e potrà essere, quindi, oggetto di promozione sui mercati turistici di riferimento. 

Con un nuovo avviso di prossima pubblicazione, il Fondo finanzierà interventi di rifunzionalizzazione edilizia degli immobili pubblici ricadenti in prossimità dei cammini presenti nel catalogo. Tali interventi saranno mirati all’attivazione di servizi per la sosta, la permanenza, il ristoro e lo svago dei turisti/pellegrini, con l’obiettivo di migliorare l’attrattività di tali percorsi e, in generale, l’esperienza di viaggio. Ciò consentirà di qualificare il recupero e l’utilizzo di tali immobili e di attivare, al contempo, economie sui relativi territori, anche attraverso lo sviluppo, nei nuovi spazi resi disponibili, di iniziative imprenditoriali in settori collegati alla fruizione dei cammini e, in generale, al turismo lento. 

CAMMINI INSERITI NEL CATALOGO DEI CAMMINI RELIGIOSI ITALIANI

Cammino di San Francesco di Paola
Cammino di San Giacomo in Sicilia
Santuario Madonna del Carmelo
Cammino della pace
Via Romea Germanica
Cammino dei Cappuccini
Cammino di San Benedetto
Cammino di San Vili Cammino del Perdono
Sui passi di Celestino
Cammino di San Colombano
La Via dei Santuari Mariani nell’Anello del Nisi
Sentier Transfrontalier
Cammino di Santu Jacu
Romea Strata
Via Francigena
Via Francigena Renana
Cammino di don Tonino
Cammino del Salento
Via di Francesco nel Lazio
Cammino di San Giorgio Vescovo
Cammino Materano – Sei vie di fede nel Sud Italia
Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna
Cammino Francescano della Marca
Cammino dei Protomartiri Francescani
Cammino minerario di Santa Barbara
Via di Francesco per Gerusalemme
Sentiero dei Fioretti
Di qui passò Francesco… con le ali ai piedi
Cammino di Oropa
Cammino di San Nilo
Cammino di San Bernardo delle Alpi
Cammino di San Carlo
Cammino di San Pellegrino
Cammino di Hasekura e dei martiri giapponesi
Cammino di San Bartolomeo 

comunicato stampa

La foto è tratta dalla pagina Facebook del Cammino di San Giacomo in Sicilia

Banner Content
Tags:
Direttore responsabile

Related Article

No Related Article

0 Comments

Leave a Comment

19 − 6 =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER