Cammino Raduno
Cammino Raduno

“Ben 500 aziende rischiano, il turismo va rivisto ponendo le condizioni per un flusso 365 giorni all’anno puntando su quello green” 

Non è solo il settore dello sci a soffrire per la mancanza di neve in Appennino, ci sono anche le imprese dell’indotto che, solo nella valle del Reno, sono 500. L’allarme arriva da Marco Gualandi, vicepresidente Cna Bologna, convinto che il turismo vada rivisto ponendo le condizioni per un flusso 365 giorni all’anno, sfruttando anche il turismo ‘verde’ e slow, quello dei percorsi a tema come la Via Mater Dei.

“È un percorso religioso che in questo momento arriva fino a Riola, ma potrebbe risalire fino all’Alta Valle del Reno e proseguire ancora molto oltre. Avrebbe grande successo”

Per questo, afferma, mentre nell’immediato bisogna prevedere ristori per le aziende maggiormente colpite, poi “coi fondi del Pnrr si può intervenire sulla strategia turistica della montagna”. In questo momento, ribadisce, a soffrire oltre “la filiera dello sci, la ricezione alberghiera, tutto il mondo del turismo in Appennino si rischiano forti ripercussioni per aziende dei servizi che lavorano col turismo, come gli impiantisti, il terziario, le aziende alimentari e della ristorazione”. 

Gualandi: “usare i fondi del Pnrr per turismo 365 giorni all’anno

Pochi mesi fa, ragiona ancora Gualandi, “eravamo felici per l’arrivo di milioni di fondi Pnrr in Appennino: ora è tempo forse di utilizzarli per riconvertire l’offerta turistica”. Sono “migliaia i turisti che percorrono la Via degli Dei, non bastano gli alloggi a disposizione per accontentare tutte le richieste. E allora puntiamo anche sulla Valle del Reno, la Via Mater Dei è già un’opportunità concreta, l’Appennino è ricco di santuari e luoghi di culto, pensiamo solo al santuario della Madonna del Ponte di Alto Reno Terme, protettrice del Basket”. E se questo “certamente è un turismo meno ricco”, lo si può integrare “con quello della neve e speriamo che presto le Terme possano esprimere tutta la loro forza attrattiva come era un tempo. Questo è il mix su cui puntare”. 

fonte: Agenzia Dire

0 Comments

Leave a Comment