Cammino Raduno
Cammino Raduno

B4A -Basilicata è il progetto della Regione, finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri. L’iniziativa si concluderà nella primavera del 2024.

Si chiama B4A – Basilicata for all il progetto sul turismo accessibile e inclusivo della Regione finanziato dalla presidenza del Consiglio dei ministri con un milione e 200mila euro, ai quali si aggiunge il cofinanziamento regionale di 100mila euro. L’iniziativa è già operativa da settembre e si concluderà nella primavera del 2024.

Foto di nullplus tratta dal sito SharryLand

“METAPONTINO MODELLO INNOVATIVO”

“L’idea – ha spiegato l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Alessandro Galella – è di creare strutture e offrire servizi a tutte quelle persone che per la loro condizione fisica o per particolari esigenze incontrano difficoltà a viaggiare o a godersi una vacanza. Un territorio come quello lucano che intende investire nel turismo deve porre un importante accento all’accessibilità delle strutture ricettive e dei servizi pubblici e privati. Il segmento prescelto nel progetto è il turismo balneare. Abbiamo ritenuto che il Metapontino possa essere rinvigorito dal potenziale esprimibile dal turismo accessibile: un modello innovativo in grado di favorire l’accoglienza e promuovere il territorio come luogo aperto a tutti“.

SARANNO ATTIVATI 20 TIROCINI PER GIOVANI CON DISABILITÀ

Specifici fondi saranno assegnati alle strutture ricettive della costa ionica per l’adeguamento e il potenziamento, mentre si punterà alla nuova occupazione attraverso 20 tirocini lavorativi rivolti a giovani con disabilità. Attenzione anche alla comunicazione, attraverso un portale web accessibile e un’applicazione fruibile da ogni tipologia di device. Oltre alla comunicazione online si prevede un sistema di informazione e orientamento nei principali luoghi di attrazione turistica dei comuni jonici attraverso hub territoriali dove reperire materiale informativo grazie a personale qualificato in grado di comunicare attraverso segni, simboli, pittogrammi e in multilingua. Negli hub sarà possibile usufruire del taxi sociale e dell’accompagnamento e dell’assistenza con personale qualificato.

Fonte: Agenzia Dire