Denuncia l’ex e i bimbi vanno in comunità. Mamma in cammino per i figli 

Denuncia l’ex e i bimbi vanno in comunità. Mamma in cammino per i figli 

Mamma Elena è arrivata ieri a Santiago. Il cammino della speranza per riabbracciare i suoi figli e accendere i riflettori sul suo caso e non solo.  

Denuncia il marito per maltrattamenti e affidano i suoi due figli (5 e 7 anni) a un centro di accoglienza. La madre Elena Sorba nativa di Cuneo ma residente a Milano, si mette in cammino per accendere le luci sul suo caso e su altri casi di affidamento dei bambini alle strutture di accoglienza.

foto tratta dalla pagina Facebook di Elena Sorba

Un cammino iniziato il 5 agosto a Puenta la Reina (Navarra) e conclusosi ieri a Santiago dove la donna è arrivata dopo 700 chilometri a piedi sul Cammino di Santiago. Un cammino di denuncia verso una decisione che, secondo la madre è ingiusta perché basata sul fatto che la coppia litigava spesso e che non ha tenuto in considerazione che la donna, come i figli sono state vittime di maltrattamenti e non avrebbero dovuto essere separati.

Elena Sorba

Tutto ciò, dichiara la donna, è stato denunciato alle autorità competenti che, dopo gli accertamenti del caso, hanno deciso di impedire le visite dell’uomo ai figli. Oltre a ciò pero hanno deciso l’allontanamento da entrambi i genitori e il successivo ricovero in una struttura d’accoglienza per minori dove i bimbi si trovano dalla fine dello scorso anno. “Il tre novembre – spiega la donna – li ho accompagnati alla casa famiglia, nel provvedimento c’era scritto che sarebbe intervenuta la forza pubblica se non li accompagnavo e non volevo che subissero anche questo trauma. Mi sono ispirata alla ‘Vita è bella’, li ho preparati ad affrontare questo distacco come se fosse un’avventura. Per non farli soffrire.” Da allora Elena li può vedere 1 ora al mese.

Il cammino e la speranza

L’ultima speranza della mamma in cammino è il ricorso presentato alla Corte europea dei diritti dell’uomo da un gruppo di madri che, come lei, si dichiarano vittime di un complotto istituzionale e con i figli internati “ingiustamente”. C’è una pagina Facebook “Salviamo i bambini di Milano” che mette in evidenza storie analoghe e il sito backtomum.com che racconta l’esperienza vissuta sul Cammino di Santiago e racconta la storia di Elena Sorba.  

2,9 / 5
Grazie per aver votato!