Feder Cammini
Feder Cammini
Banner Content

Oltre 15mila pellegrini provenienti da 55 Paesi hanno percorso la Via Francigena nel 2023. Oro per gli americani e i Millenials.


Sono stati pubblicati dall’Associazione Europa delle Vie Francigene i dati relativi al 2023 che confermano la buona salute dell’antico cammino. Le presenze dei pellegrini nel 2023, basate sul numero di credenziali rilasciate, sono state 15.667, circa 2000 in meno rispetto all’anno scorso ma con una presenza internazionale più consistente. Infatti, il dato che analizza le provenienze dei pellegrini arriva a rappresentare ben 55 Paesi nel mondo.

A dominare la classifica delle presenze per provenienza sono ovviamente gli italiani, seppur con un dato in leggera flessione rispetto all’anno scorso, mentre la maglia rosa tra gli stranieri spetta agli statunitensi seguiti da svedesi, francesi e australiani. Da segnalare alcuni pellegrini provenienti da Sud Africa, Colombia, Singapore e Nuova Zelanda che confermano il respiro mondiale della Via Francigena.

Tra le fasce di età a primeggiare per le presenze spiccano i 25-34enni (22%), seguiti dai 55-64enni con il 22%. Poco al di sotto, con il 21,4%, la fascia 45-54 anni. Il gruppo dai 35-44 anni è al 14%, mentre rispettivamente al 10,6% e al 10% ci sono i gruppi sotto i 25 anni e gli over 65.

I risultati resi dalla compilazione del questionario, a cui hanno riposto 3.840 pellegrini al momento della consegna delle credenziali, fanno emergere altri aspetti interessanti, come quello del profilo del viaggiatore.

La maggior parte (86%) sceglie di percorre il cammino a piedi mentre il 14% affronta l’esperienza in bicicletta, qualcuno a cavallo. Gli uomini superano di poco le donne (rispettivamente 51% e 49%) mentre il mese preferito dai più per camminare sulla Francigena è, a sorpresa, aprile (22%) seguito da settembre (16,5%) poi agosto che con un 14% perde la prima posizione e infine maggio (13%). Giugno e settembre sono rispettivamente al 9% e 7%.

Tanti scelgono la Toscana come punto di partenza

E’ la Toscana la regione preferita dai pellegrini per iniziare il cammino con Lucca (13%) che si conferma la città più amata per iniziare il cammino, poi San Miniato (11%) e Siena (7%). Da segnalare tra le prime dieci località in classifica anche il Colle del Gran San Bernardo (Svizzera) e la città di Canterbury (Regno Unito), infine Fidenza in Emilia-Romagna, sede dell’Associazione Europea delle Vie Francigena.

Le mete di pellegrinaggio

E’ Roma la destinazione finale che si piazza al primo posto con un 44% seguita da Siena (24%) ma spicca anche Santa Maria di Leuca, punto terminale della Via Francigena del Sud che sta crescendo sia in termini di infrastrutturazione che di presenze dei pellegrini. Poi il Colle del Gran San Bernardo e anche Canterbury, per coloro che hanno camminato da sud verso nord.

Ecco i motivi che spingono a camminare sulla Via Francigena

Tra i motivi che spingono i pellegrini in cammino sulla Via Francigena c’è l’interesse per la condivisione che con un 50% si piazza al primo posto seguito dall’aspetto culturale e turistico (38% e 35%) a pari merito con quello spirituale e di ricerca personale. A seguire le motivazioni ambientali, sportive, religiose, enogastronomiche.

E’ meglio viaggiare da soli o in compagnia?

Dati in controtendenza rispetto al 2022, quando il 54% degli intervistati aveva affermato di preferire il viaggio in 3 o più persone. Lo scorso anno al primo posto c’è stato il viaggio in coppia (39,5%), seguito da quello in solitaria (36,5%) ed infine in gruppo – almeno tre persone – (24%).

Il Testimonium a Roma

Sono 3.319 i pellegrini provenienti da 55 differenti Paesi (33 Europei e 22 extra Europei),che hanno compilato le statistiche facoltative al ricevimento del Testimonium. Una notizia importante riguarda l’accoglienza dei pellegrini a Roma. Lo scorso anno è stato attivato il servizio della Fabbrica di San Pietro, con un desk dedicato nella Basilica. Il punto accoglienza è aperto dalle ore 07:30 alle ore 18:30 tutti i giorni. Il mercoledì (qualora ci fosse l’Udienza Papale in Piazza) dalle ore 13:00 alle ore 18:30. Inoltre, ogni giorno alle ore 18:00 presso l’Altare della Cattedra si celebra la Santa Messa del Pellegrino. 

L’arrivo a Brindisi

Nel 2023 l’accoglienza della Statio Peregrinorum di Brindisi, in Puglia, ha supportato l’animazione locale e la distribuzione del testimonium laico presso l’Accademia degli Erranti (Ex Convento delle Scuole Pie), una meravigliosa sede monumentale dove l’A.P.S. Brindisi e le Antiche Strade offre numerosi servizi per i Pellegrini, viandanti e camminatori (apertura lunedì-sabato ore 10-12 e 16-20). Sono stati accolti in sede 133 pellegrini e sono stati consegnati 103 testimonium.

Va precisato che i dati diffusi da AEVF sono da interpretare come una stima considerato che sono basati sulle credenziali, documento rilasciato anche da altre associazioni soprattutto all’estero, inoltre è consuetudine di molti pellegrini quella di utilizzare la stessa credenziale per percorrere il cammino in anni diversi. Quindi sono numeri da considerare come base e destinati a crescere, laddove fossero presenti indicatori capaci di intercettare e mettere in rete questo segmento di camminatori.

I dati sono forniti da: Associazione Europea Vie Francigene

Banner Content
Tags:

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

12 + 17 =

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER